Terza Edizione, Terzo Anno.

Mini Maker Faire Torino arriva alla sua terza edizione. Wow.

Dicono che il tre sia il numero perfetto: può darsi, sicuramente lo é per il nostro entusiasmo nel ridare a Torino la sua Fiera dell’Innovazione da Strada.

Cercheremo di rappresentare nel modo migliore tutte le anime dell’innovazione dal basso, (dell’arrangiarsi), del reinvetarsi, del co-creare.

Atteggiamento più che mai richiesto in questi tempi.

L’edizione di quest’anno é l’edizione della maturità, e quindi uno sguardo più consapevole nei confronti di tutto quello che é stato il movimento dei makers in questa città negli ultimi anni, ed in che modo ha influenzato altre realtà vicine o molto lontane da questi temi. Con uno sguardo al futuro.

Venite a scoprire una grande selezione di creatori, smanettoni, artigiani, ma anche vere e proprie realtà produttive interessate a dire la loro sotto gli alti e ariosi soffitti della Fabbrica di Porcheddu, Via Egeo 16, sede di Toolbox Coworking, Fablab Torino, Officine Arduino, promotori dell’evento e di Casa Jasmina, che a distanza di un anno dalla sua inaugurazione, esporrà al suo interno i vincitori dello Share Festival.

Dopo l’afa dell’anno scorso, abbiamo deciso di spostare l’evento all’interno, ma abbiamo fatte l’esatto opposto con i contenuti e le realtà coinvolte, aprendoci ancora di più a questa città in continua evoluzione.

La lista delle collaborazioni aumenterà – ne terremo traccia qui – come anche quella dei maker che faranno application, ma possiamo annunciarvi una sezione artigiani digitali / Design curata con San Salvarium Emporium, eclettica realtà cittadina di promozione del manufatto autoprodotto, una zona cosplaying realizzata insieme a Vaporosamente, Festival cittadino di Steampunkers, una sezione scuole in cui gli anni scorsi abbiamo visto i ragazzi dell’ITS, IED, e di diversi istituti regionali, Sapritalia e zona droni (sia a livello produttivo/logistico che ludico/educativo), Iot e Storytelling per raccontare in che modo il mondo dei Maker incroci quello della letteratura e della cultura.

Protagonisti della giornata sicuramente i più piccoli, a farla da padroni la scorsa edizione con tantissimi workshop, raddoppiamo la posta quest’anno raddoppiando lo spazio dell’area bambini, e diversificando i workshop e le attività per età: stay tuned!

Molto interessante la collaborazione con la Camera di Commercio di Torino, organismo attento alle minime variazioni nel mondo del lavoro che non poteva non sostenere e promuovere nuove identità e realtà lavorative che in Italia si muovono spesso sotto il radar. Attraverso la Camera di Commercio aumenterà il coinvolgimento delle aziende che guardano con interesse crescente a tutte le innovazioni cosiddette dal basso per implementarle nei loro modelli di business.

Last but not least, Mini Maker Faire é uno dei primi aventi ad aderire alla European Maker Week, primo passo Europeo per celebrare, raccontare il mondo dei Makers a livello continentale.